Confessioni anonime di un'italiana
Violetta Rizzo
CONFESSIONI ANONIME
DI UN'ITALIANA

Come Parkinsonismo e Demenza senile hanno aggredito i miei genitori e cambiato la mia vita…

Descrizione

Con spontanea semplicità l’Autrice ha voluto descrivere, in modo chiaro e del tutto comprensibile, i sentimenti e il disagio che ha provato nel momento in cui si è trovata di fronte al progressivo degrado dei suoi genitori colpiti da patologie dal decorso inesorabile.
Durante la lettura di questo toccante libro, vengono messe a fuoco le ansie e i momenti di depressione propri di tutti i caregiver di fronte all’impotenza di stabilire un dialogo con i propri cari.
Solo in tali momenti, secondo l’Autrice, ci si rende conto dell’importanza del linguaggio non verbale: un abbraccio, una carezza, un buffetto sulla guancia, un semplice sguardo.
Le sue “Confessioni” sono la manifestazione di uno stato d’animo facilmente condivisibile da chi si trova a dover fare i conti con queste patologie, definite a giusta ragione, “ladri di vite”.
Sono però anche uno stimolo e un incoraggiamento: con l’amore e con la dedizione si possono superare ostacoli apparentemente insormontabili.

Violetta Rizzo è nata a Milano nel 1960. Ha rivelato sin da piccolissima un grande amore per il canto e in seguito per il pianoforte; diplomata nel suo strumento al Conservatorio G. Verdi di Milano, ha poi conseguito la laurea in Lettere con indirizzo in Storia della Musica presso l’Università degli Studi della sua città. Ha fatto in tempo ad esibirsi in Concerti e a pubblicare articoli in Riviste musicologiche prima di dedicarsi interamente alla famiglia e all’insegnamento.
Attualmente è docente di Pianoforte presso il Liceo musicale Carlo Tenca di Milano.
brossura
15x23 cm
72 pagine

€10,00

IVA INCLUSA

e-book
disponibile in formato:
Kindle ePub

€4,90

IVA INCLUSA